Carpe Diem !


"Le case appartengono alle persone che le guardano davvero..."
Emerson


News



News Numero

14

del
14-12-2018

Mercato della casa in Italia: il panorama delle città principali


Compravendite in aumento nei primi nove mesi dell’anno per quanto riguarda il mercato della casa nelle principali città italiane. Lo dicono i dati del Centro Studi di Abitare Co. 

Secondo lo studio, nei primi tre trimestri dell’anno le compravendite relative al mercato della casa in Italia salgono ancora del 2,3% sul 2017, le quote vanno dal 4,4% di Palermo al 25% della più vivace Milano. 

Per quanto riguarda l’incremento di vendite di nuove abitazioni, tra le singole città metropolitane, il mercato della casa più dinamico nel 2018 in Italia è Napoli, con un incremento delle vendite  del +15,2%, seguita da Milano (+14,5%), Roma (+13%), Torino (+11,3%) e Bologna (+9,7%). 

Per quanto riguarda l’offerta, nel 2018 il tasso di crescita maggiore si evidenzia a Milano (+5,4%) e Roma (+3,2%), città in cui si registra anche il peso maggiore delle nuove abitazioni sul totale di quelle presenti sul mercato residenziale, rispettivamente con il 25% e il 16%. 

Il momento positivo del mercato immobiliare delle nuove residenze si riflette anche sui prezzi che, solo in questo segmento, stanno dando segnali di risveglio in tutte le città metropolitane, con Milano che si conferma ancora una volta la città più vivace (+3,3%).




News Numero

13

del
14-12-2018

Imu e Tasi comodato d’uso: come ottenere la riduzione


Gli immobili concessi in comodato d'uso gratuito, possono usufruire di uno sconto del 50% sulla base imponibile, a patto che rispettino determinate condizioni.

La legge di Stabilità 2016 e la circolare n.1/DF del 17 febbraio 2016, hanno definito i requisiti e i campi di applicazione della riduzione del 50% della base imponibile di Imu e Tasi:

  • può essere utilizzato dai proprietari di un solo immobile oppure di 2 immobili nello stesso comune uno dei quali deve essere necessariamente adibito ad abitazione principale; devono essere ubicati nello stesso comune dove il proprietario ha la residenza e la dimora abituale;
  • per "immobile" è inteso un immobile ad uso abitativo;
  • si considerano anche le pertinenze secondo i limiti previsti per l'abitazione principale;
  • il possesso di un'altra tipologia non esclude la possibilità di usufruire della riduzione del 50%, purché gli immobili ad uso abitativo siano massimo 2;
  • la riduzione si applica anche agli immobili storici;
  • il comodato si applica solo tra figli e genitori;
  • sono esclusi i comodati per le abitazioni di lusso;
  • il contratto di comodato deve essere necessariamente registrato presso l'Agenzia delle Entrate. 

Poiché la base imponibile della Tasi è la stessa dell'Imu, la riduzione vale anche ai fini Tasi, per cui il proprietario verserà l'imposta con riduzione del 50% in base alla quota di ripartizione prevista dal Comune mentre il comodatario non pagherà la Tasi perché per lui l'immobile è abitazione principale.




News Numero

12

del
06-06-2018

In Toscana crescono gli affari


E’ la sesta regione d’Italia per numero di compravendite e la prima per investimenti delle famiglie straniere che comprano casa in Italia.

Lo scorso anno ci sono state 35.500 compravendite, un risultato che manterrà anche nel 2018.

Sul fronte delle quotazioni, è Firenze aver tenuto di più negli ultimi dieci anni insieme a Pisa e Siena, mentre la maggior svalutazione si registra a Massa.

La vivacità della crescita del mercato immobiliare è dimostrata dagli acquisti della seconda casa in particolare dagli stranieri, soprattutto tedeschi e russi.

Si stima che nel 2018 quasi 2000 famiglie faranno il loro investimento in Toscana. Le località preferite sono delle marittime e culturali.

L’investimento medio sarà di 530 mila euro, ma sono frequenti le transazioni che supera il milione di euro per l’acquisto di casali, ville, magari con vigneti o frutteti annessi.